Flebologia chirurgia vascolare e sclerosanti

gambe 1

Trattamenti Sclerosanti dei capillari

I trattamenti sclerosanti per i capillari delle gambe sono normalmente eseguiti lontano dal periodo estivo, in modo da evitare che l’azione dei raggi solari possa creare pigmentazioni cutanee e che la vasodilatazione dovuta al caldo non diminuisca l’effetto della terapia.
La scleroterapia è una tecnica che comporta la chiusura di un gruppo di capillari (teleangectasie) mediante l’iniezione nei vasi stessi, in punti ben determinati, di una soluzione sclerosante che causa istantaneamente una reazione infiammatoria locale (flebite chimica); questa reazione provoca in seguito la trombizzazione e la cancellazione dei capillari.

gambe 2

Terapia sclerosante di grossi vasi a scopo funzionale (safena e suoi collaterali)

In soggetti particolari o in situazioni particolari, anche la safena e i suoi collaterali possono essere trattati con terapia sclerosante.Soprattutto oggi con l’introduzione dell “mousse” secondo la tecnica di TESSARI.
Il liquido usato è il medesimo,però a più alta concentarzione,rispetto a quello usato nei capillari, oppure con la creazione di una Mousse che triplica l’attività di sclerosi del prodotto.
In questo modo si possono trattare tutti i vasi degli arti inferiori con buon esito estetico e funzionale.
Il trattamento è indicato in alternativa alla chirurgia nei soggetti che non possono essere sottoposti ad intervento per le loro condizioni generali.Oppure in soggetti che rifiutano l’intervento e sono consapevoli degli eventuali svantaggi del trattamento, soprattutto nel caso di pazienti in età non avanzata.

Bendaggi vascolari

In caso di arti edematosi, affetti da sofferenze cutanee come discromie eczematose, ipodermiti od ulcere, l’uso del bendaggio a più strati consente una guarigione più rapida e una miglior qualità della vita per il paziente stesso.Si riduce il dolore,e la necessità di medicarsi quotidianamente.

Visite vascolari e Doppler arterioso

Una visita specialistica necessita di una accurata anamnesi del paziente, e della necessità di valutarlo nel suo insieme:gli arti fanno parte del corpo e spesso ne rispecchiano lo stato di salute. “NOI ABBIAMO L’ETA DELLE NOSTRE ARTERIE”.
Per cui la valutazione di tutte le patologie presenti nel paziente è fondamentale per una corretta diagnosi e conseguente cura.
Oltre che con una attenta valutazione clinca è possibile arrichire le informazioni sul sistema circolatorio con un’indagine doppler ad onda continua.Certo poi per definire un eventuale programma operatorio è necessario programmare un esame ecoclordoppler che è la base per una completa conoscenza dello stato del sistema circolatorio sia arterioso che venoso.

Trattamento delle ulcere cutanee

Esistono vari tipi di ulcere.Essenzialmente si riconoscono tre tipi principali:ulcere venose, arteriose e miste.
Prima di proporre il trattamento della lesione è fondamentale fare diagnosi e stabilre di che tipo di ulcera si tratta.Non è importante la medicazione ma stabile difronte a che tipo di ulcera ci traviamo.La medicazione crea l’ambiente perchè l’ulcera possa guarire ma curare la causa è fondamentale per giungere alla guarigione.Esasperare la medicazione non serve se non si è capito perchè è comparsa l’ulcera.
Il compito dello specialista è appunto questo.Poi la medicazione potrà essere adeguatamente praticata a domicilio da personale specialistico o dai familiari.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *